Il teatro è la mia casa

6 febbraio 2018

“Il teatro è la mia casa” è il secondo frammento di un’intervista rilasciata dall’attore Vittorio Attene in favore del workshop “Dal corpo all’azione” programmato presso l’associazione Rabbit Hole fra il 2 e il 4 marzo 2018.
In questo piccolo paragrafo Vittorio ci racconta quali siano le sue personali considerazioni nei confronti di cinema e teatro, due mondi spesso completamente diversi ma che nel lavoro di un attore finiscono, inevitabilmente, per sovrapporsi.

Nel corso della tua carriera hai lavorato molto sia per il teatro che per cinema e Tv. Hai una preferenza per uno dei due mondi? Ti senti più libero davanti a una macchina da presa o a diretto contatto con il pubblico?

 

Il teatro è la mia casa. Mi piace perdermi nello spazio del palcoscenico, un luogo dove sei altro e rinnovi continuamente la forze creativa del “bambino”. Il cinema e la tv sono un’altra esperienza, non ti danno l’immediatezza dell’applauso, la gratificazione istantanea.
Il cinema è fatto di lunghe ore di attesa prima di girare la scena e il tuo lavoro spesso è in mano ai montatori e al regista che ti tagliuzzano la parte in fase di montaggio. Oltre che, come si evince in questo periodo in cui sembra si sia scoperta l’acqua calda, nel cinema e in tv è molto difficile lavorarci, soprattutto arrivare a certi livelli con il solo talento o merito. Ovvio non funziona tutto in quel modo ma diciamo che nel teatro la situazione diversa. Meglio il teatro.

Workshop con Vittorio Attene - 2,3,4 marzo 2018 presso Rabbit Hole

Workshop con Vittorio Attene – 2,3,4 marzo 2018 presso Rabbit Hole

Biografia

Vittorio Attene è nato a Cagliari il giorno 01.08.1971 e si è diplomato presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” di Roma nel 1995.
Da allora ha vissuto a Roma fino al 2002 e poi si è trasferito a Padova, dove vive con la moglie e due figli.
Già attore professionista, nel 2004 ha completato il corso di perfezionamento in regia presso il Teatro Stabile del Veneto, “Dalla tragedia greca al teatro del ‘900”, dove ha studiato con Maurizio Scaparro, Marco Sciaccaluga, Luca De Fusco, Piero Maccarinelli e Beppe Navello.
Ha seguito seminari con attori di fama internazionale come Nicholaj Karpov (Biomeccanica), dalla Scuola di Mosca, Alan Woodhouse (Educazione della voce), dalla Guilldhall School of London, Wendy Alnutt (Improvvisazione), dalla Guilldhall School of London, Marisa Fabbri (Struttura del testo), dall’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico, Tobias Verti (Movimento del corpo) al festival teatrale di San Miniato, Ken Rea (Educazione della voce), dalla Guilldhall School of London.
Nel 2017 ha conseguito la Masterclass sulla “Commedia musicale italiana di Garinei e Giovannini” presso il Teatro LiNUTILE.

Leggi anche “Dal corpo all’azione. Workshop con Vittorio Attene”.

Leggi anche “Dal testo alla macchina da presa. Le’s use our imagination”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *